ITA | ENG

A-RING – Alpine Research and INnovation capacity Governance

Nonostante la maggior parte delle regioni all’interno della Macroregione Alpina, (ufficialmente chiamata EUSALP – EU Strategy for the ALPine region) abbiano accolto i requisiti definiti dalla Commissione Europea per sviluppare strategie di specializzazione intelligente S3/RIS, da parte della tripla elica c’è ancora poca attenzione all’approccio transnazionale su argomenti strategici per la Macroregione come il Digital divide, i cambiamenti climatici, la conservazione della biodiversità.

Le istituzioni pubbliche con i responsabili politici, il mondo accademico ed economico non sempre riescono a valorizzare gli elementi della S3 / RIS in maniera congiunta, portando la tripla elica ad avanzare a ritmi diversi e limitando così i benefici per l’intera Macroregione Alpina.

A-RING

Il progetto A-RING vuole unire gli sforzi della tripla elica nell’affrontare le principali sfide della Macroregione Alpina con un approccio congiunto in Ricerca e Innovazione (R&I) verso il percorso di Open Innovation tracciato dall’Unione Europea.

Il progetto promuove infatti l’allineamento tra le diverse iniziative politiche di R&I per affrontare efficacemente le sfide della società, l’efficientamento nell’utilizzo delle risorse disponibili, raccogliendo le aspettative del settore economico, il potenziale innovativo del mondo accademico e garantendo le esigenze dei cittadini legate all’impatto sociale delle organizzazioni scientifiche (RRI).

Il partenariato di A-RING lavora per stabilire le basi di un’efficace e continua cooperazione transnazionale per la condivisione di politiche di R&I nella Macroregione alpina, attraverso:

  1. Lo sviluppo di un percorso unico per un’agenda di R&I condivisa allo scopo di garantire una sempre maggiore attenzione alle caratteristiche e alle potenzialità della Macroregione Alpina, la condivisione della titolarità e del posizionamento strategico della R&I per le aree delle S3 che maggiormente incidono sui cambiamenti della società;
  2. L’istituzione di un laboratorio di politiche alpine utile a sviluppare e testare un approccio sinergico e complementare delle autorità pubbliche su temi di R&I selezionati, garantendo una corsia preferenziale e coordinata delle normative con vantaggi globali per l’intera comunità della Macroregione;
  3. L’attivazione di un laboratorio alpino “Seed Lab” per migliorare il lavoro congiunto dei rappresentanti del mondo accademico e delle imprese, in particolare le PMI, su temi di importanza strategica per la Macroregione Alpina.

A-RING mira quindi a migliorare il livello di applicazione della governance multilivello e transnazionale nello Spazio Alpino grazie a un adeguato mix di politiche che siano al tempo stesso coerenti con la visione delle autorità pubbliche e sinergiche e/o complementari alle strategie S3 / RIS, facilitando il contesto di collaborazione grazie all’inclusione del mondo accademico e del settore economico.

Azioni del progetto

Al fine di raggiungere i risultati, i partner svilupperanno:

  • Un modello (Blueprint) per la creazione di un’agenda R&I condivisa (SRIA) in grado di definire le priorità comuni, gli obiettivi, le azioni politiche e operative riguardanti R&I coinvolgendo la tripla elica, per far sì che il modello possa essere largamente accettato dalle Università, dai centri di ricerca, dalle autorità pubbliche, dai poli di innovazione e dal settore delle imprese, in particolare le PMI e da altri attori della R&I;
  • Un laboratorio di politica alpina che produca delle raccomandazioni politiche (Policy Briefs) in grado di fornire indicazioni alle Autorità Pubbliche sull’approccio da attuare per affrontare le sfide sociali nella Macroregione Alpina in maniera congiunta. I risultati del laboratorio includeranno anche raccomandazioni su azioni politiche e finanziarie a sostegno della cooperazione tra il mondo economico e accademico e sull’integrazione dei risultati di R&I nelle politiche e nelle strategie della Macroregione;
  • Un laboratorio alpino chiamato Seed Lab che supporti il Network Alpino di Innovazione tra il mondo accademico e quello delle imprese, in particolare le PMI, su temi di rilevanza per la Regione Alpina, grazie allo strumento della Alpine R&I Chart. L’obiettivo è trarre vantaggio da investimenti privati ​​e fondi pubblici rivolti all’innovazione e all’industrializzazione dei risultati della ricerca, sviluppando ulteriormente le potenzialità, le risorse e le capacità della Macroregione.
Partner del progetto

I partner del progetto A-RING coinvolgeranno attivamente diversi attori e parti interessate nella Macroregione Alpina, in dettaglio:

  • Enti pubblici regionali e nazionali coinvolti nell’elaborazione e nell’attuazione delle politiche S3 / RIS;
  • Autorità locali, comuni, distretti amministrativi locali;
  • Agenzie di sviluppo locali e regionali, agenzie di occupazione e di sviluppo aziendale;
  • Società di servizi e di trasporto pubblici;
  • Associazioni di ricercatori;
  • Università e centri di ricerca con eccellenze in temi di R&I di particolare importanza per l’area AR;
  • Strutture di formazione, apprendimento e formazione professionale legate alle PMI;
  • Imprese, inclusi attori globali che promuovono soluzioni innovative in temi di particolare importanza per l’area AR;
  • Piccole e medie imprese che promuovono soluzioni innovative in temi di particolare importanza per l’area AR;
  • Organizzazioni di sostegno alle imprese (BSO), come camera dell’industria e del commercio, camera di commercio e artigianato e incubatori di imprese, sindacati coinvolti nella promozione di processi innovativi nella comunità imprenditoriale;
  • Organizzazioni internazionali che promuovono un approccio integrato su temi di R&I per le aree montane;
  • Gruppi di portatori di interesse importante per le politiche di R&I nell’area AR quali membri EUSALP AG1, EC-JCR, Convenzione delle Alpi;
  • Cittadini interessanti in argomenti di R&I strategici per la Macroregione Alpina.
Observer del progetto
  1. Salzburg University of Applied Sciences, AT;
  2. University of Applied Sciences and Arts Western Switzerland – School of Engineering and Architecture of Fribourg; CH;
  3. Ministry of Education, Universities and Research, IT;
  4. Steinbeis Technology Transfer Ltd., Steinbeis Transfer Center – Steinbeis Danube Center, AT;
  5. METREX Network for European Metropolitan Regions and Areas, FR;
  6. Innovation and Technology Transfer Salzburg GmbH, AT;
  7. International Lake Constance University, CH;
  8. Bavarian Ministry of Economic Affairs, Regional Development and Energy, DE;
  9. Departement of industry, crafts and energy of the Aosta Valley Region, IT;
  10. University of Applied Sciences HTW Chur, CH;
  11. Network BioLAGO e.V., DE;
  12. Ufficio per l’istruzione superiore del Cantone dei Grigioni, CH;
  13. Labex Innovation and Mountain Territories – Università delle Alpi di Grenoble, Francia;
  14. Istituto Pulp and Paper Lubiana, SI;
  15. Network per la ricerca alpina europea, ES;
  16. EUROMONTANA, FR;
  17. Servizio alle regioni e ai comuni, CH;
  18. Iniziativa di ricerca montana, Mountain Research Initiative (MRI), CH;
  19. Ministero federale dell’Istruzione, della scienza e della ricerca (BMBWF), AT;
  20. Laboratorio di ricerca storica Rhône-Alpes-UMR 5190, Lyon (University of Lyon 2 Lumière), FR;
  21. SPAN Ltd., Lubiana, SI;
  22. Fondazione universitaria Aalto, FI;
  23. Governo del Dipartimento federale della scienza e dell’istruzione del Vorarlberg, AT;
  24. Wirtschafts-Standort Vorarlberg GmbH (WISTO), AT;
  25. Consiglio regionale dell’Alvernia-Rodano-Alpi, FR;
  26. Regione Friuli Venezia Giulia, IT;
  27. CAMPUS 02 University of Applied Sciences, AT;
  28. Comitato scientifico internazionale per la ricerca nelle Alpi, ISCAR, CH;

Anno inizio
2019
Anno fine
2022
Partnernariato
Ente finanziatore
Interreg Alpine Space
Capofila
University of Milan - UNIMONT 
Team

Giuseppe De Luca

Iscriviti alla newsletter