ITA | ENG

Pietro Maroè | La timidezza delle chiome

DESCRIZIONE

Pietro è un ragazzo di vent’anni che vive sugli alberi. Ci è salito prima di cominciare a camminare e ora cura gli alberi monumentali di mezzo mondo. Li scala, li studia, li ama, parla con i rami (e i rami parlano con lui, giura). In queste pagine racconta quello che succede in cima alle piante gigantesche dell’Australia e nei nostri giardini addomesticati. Perché anche lì, senza che ce ne accorgiamo, si consumano guerre e amori: come quello rasoterra e imprevedibile tra la salvia e il pomodoro. Ma questo libro non parla solo di alberi, parla anche di noi. Perché da quelle querce alte più di trenta metri Pietro guarda il mondo di sotto, il nostro mondo, quello di chi rimane a terra. E racconta cosa gli alberi ci possono insegnare, cosa ci servirebbe per vivere con la loro calma e capacità di adattamento. Pietro ci insegna qui come trovare una misura nuova per il nostro tempo: “Le piante sono lente, molto lente per la rapidità delle nostre vite. E mentre noi, impazienti del mondo di sotto, siamo incapaci di pensare con la misura dei secoli, loro ci vedono passare, ci guardano e sanno”.

 

L’AUTORE

Pietro Maroè è uno studente di ingegneria, presidente di SuPerAlberi, dove insieme ad altri «arbonauti» si occupa di studiare, misurare e curare gli alberi monumentali. È anche istruttore di treeclimbing.
La timidezza delle chiome è edito da Rizzoli nel 2017.

 

Edito da: Rizzoli

 

Scarica la locandina!

Scopri di più su
racCONTA LA MONTAGNA


Data
19/04/2018
Luogo
Aula Magna dell'Università della Montagna - Aula Virtuale
Relatore/i
Pietro Maroè
Registrazione
Progetto
racCONTA LA MONTAGNA
Iscriviti alla newsletter