ITA | ENG

IL TERZO MILLENNIO AI PIEDI DELL’EVEREST

Le ultime modifiche dell’ambiente naturale ed antropico in una delle regioni montane più in evoluzione sulla terra. Il Parco di Sagarmatha, le comunità sherpa, i trekking e le spedizioni all’Everest. Il privilegiato impianto della Piramide, eccellenza scientifica Italiana sul tetto del mondo da 30 anni.

Il parco nazionale del Sagarmatha (nome Nepalese dell’Everest) è stato istituito nel 1976. Nel 1979, è diventato il primo parco nazionale del paese che è stato iscritto nel registro dei patrimoni naturali mondiali: il Natural World Heritage Site

L’UNESCO cosi definisce questa regione: “Quella del Sagarmatha è un’area eccezionale con montagne spettacolari, ghiacciai e profonde vallate, dominata dal Monte Everest, la vetta più alta del mondo (8.848 m). Diverse specie rare, come il leopardo delle nevi e il panda minore, si trovano nel parco. La presenza degli Sherpa, con la loro cultura unica, aggiunge ulteriore interesse a questo sito.”
In quarant´anni di evoluzione le montagne, i ghiacciai, gli animali e infine la popolazione hanno visto cambiamenti epocali legati a potenti agenti naturali.
A questi si sono naturalmente aggiunte le attività umane, molte legate ai locali, ma le più considerevoli a quelle degli ospiti: escursionisti, alpinisti e più recentemente turisti.
Una semplice analisi delle cose da un testimone che si è affacciato su questo ambiente 30 anni fa e che ne è riconoscente per le esperienze e le emozioni ricevute.
In questi anni sono successe tante cose e molto e´ cambiato e potrà cambiare, lo sviluppo sostenibile come unico percorso per il progresso delle popolazioni locali e la salvaguardia ambientale.

Locandina


Data
12/03/2020
Luogo
Aula Adamello, Università della Montagna - Via Morino 8, Edolo (BS)
Relatore/i
Gian Pietro Verza, Alpinista, esperto conoscitore dell’ambiente himalayano, responsabile di numerosi progetti scientifici in alta quota per il monitoraggio dati per il cambiamento climatico
Registrazione
Progetto
Italian Mountain Lab
Iscriviti alla newsletter