ITA | ENG
20 Luglio 2020

Nuova Pubblicazione UNIMONT: Come possono le stazioni sciistiche ridurre le emissioni di carbonio?

Approcci transdisciplinari al turismo invernale nelle Alpi.

Il Centro di Ricerca Ge.S.Di.Mont. di UNIMONT – polo d’Eccellenza della Statale di Milano – è lieto di presentare il suo ultimo contributo scientifico sul tema della sostenibilità del turismo invernale nelle Alpi europee, prodotto nell’ambito del progetto internazionale Interreg Spazio Alpino  Smart Altitude (smartaltitude.eu) e recentemente pubblicato sulla rivista scientifica “Sustainability”.


I cambiamenti climatici e la necessità di riduzione delle emissioni di gas a effetto serra, l’uso efficiente dell’energia (rinnovabile) e una maggior resilienza delle regioni alpine con turismo invernale, costringono le stazioni sciistiche dislocate sulle Alpi europee a cercare approcci “intelligenti” per la transizione verso un sistema sostenibile, a bassa economia del carbonio.

È proprio questo il punto di partenza dell’analisi presente nell’ultimo paper scientifico intitolato “How Can Ski Resorts Get Smart? Transdisciplinary Approaches to Sustainable Winter Tourism in the European Alps”, prodotto nell’ambito del progetto Smart Altitude di Interreg Alpine Space (smartaltitude.eu), di cui UNIMONT è partner. La pubblicazione, che vede il coinvolgimento della Prof. Anna Giorgi, Direttrice del Ge.S.Di.Mont. Centro di ricerca – UNIMONT, Università degli Studi di Milano, e del Dott. Stefano Sala – ricercatore del Ge.S.Di.Mont. è frutto di una collaborazione con diversi enti di Ricerca europei quali l’Accademia delle Scienze Austriaca (ÖAW), Centro di Ricerca Energetica e Municipale Svizzero (CREM) e Fondazione Bruno Kessler (FBK).

Il progetto Smart Altitude mira a consentire e accelerare l’attuazione delle politiche a basse emissioni di carbonio nelle regioni del turismo invernale. Attingendo al concetto di smart-village e considerando i diversi sviluppi storici delle località alpine, il Toolkit decisionale di Smart Altitude è stato sviluppato utilizzando una combinazione di uno strumento di audit energetico, un WebGIS e attraverso l’esperienza dei living labs di Les Orres (Francia), Madonna di Campiglio (Italia), Krvavec (Slovenia) e Verbier (Svizzera). Questo toolkit decisionale passo-passo consente alle stazioni sciistiche di ottenere feedback sulla loro domanda di energia, una panoramica delle fonti di energia rinnovabile disponibili localmente e approfondimenti sul loro potenziale per migliorare la propria efficienza energetica mediante interventi a basse emissioni di carbonio.

Il toolkit decisionale è adatto al trasferimento di conoscenze tra le parti interessate all’interno dei living labs e offre inoltre la flessibilità per l’adozione di strategie a basse emissioni di carbonio adattate alle risorse e alla posizione uniche delle stazioni sciistiche.

VAI ALLA PUBBLICAZIONE


Iscriviti alla newsletter