ITA | ENG
10 Dicembre 2020

Il Dipartimento degli Affari Regionali e Autonomie della Presidenza del Consiglio dei Ministri organizza il webinar: “IDEE E PROPOSTE PER LA MONTAGNA” 

In occasione della Giornata Internazionale della Montagna, il Centro di Ricerca Ge.S.Di.Mont. di UNIMONT – polo d’Eccellenza dell’Università degli Studi di Milano – segnala l’evento “Idee e proposte per la montagna” organizzato dal Dipartimento degli Affari Regionali e Autonomie della Presidenza del Consiglio dei Ministri nell’ambito del Progetto ITALIAE, finalizzato a promuovere la sperimentazione di nuove soluzioni e la diffusione di pratiche innovative nei territori montani. UNIMONT, quale avamposto accademico e culturale, attivo e propositivo per le aree montane, offrirà un contributo a cura della Prof.ssa Anna Giorgi.

L’11 Dicembre è la Giornata Internazionale della Montagna, istituita dalle Nazioni Unite per aumentare la consapevolezza sulle potenzialità e le ricchezze dei territori montani e per evidenziare le opportunità di creare alleanze che possono giovare alle popolazioni e agli ambienti montani in tutto il mondo.

In occasione di tale ricorrenza, il Progetto ITALIAE promosso dal Dipartimento Affari Regionali e Autonomie della Presidenza del Consiglio dei Ministri e finanziato con il PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 organizza un webinar in diretta streaming intitolato “Idee e proposte per la montagna”. Il polo UNIMONT, che promuove attività di didattica e ricerca specifica ed unica per trasformare i giovani appassionati di montagna in professionisti preparati per lo sviluppo innovativo dei territori montani, porterà il suo contributo all’iniziativa.

La Prof.ssa Anna Giorgi – Direttrice del Centro di Ricerca Ge.S.Di.Mont. di Unimont – Polo d’Eccellenza dell’Università degli Studi di Milano e Presidente del Corso di Laurea in “Valorizzazione e Tutela dell’Ambiente e del Territorio Montano” – metterà in evidenza come l’investimento sul capitale umano e il coinvolgimento dei giovani, la creazione di partenariati e la condivisione di risorse uniche, la valorizzazione delle peculiarità e la ricerca delle eccellenze, possono rendere le montagne competitive.

Bisogna innovare focalizzandosi sui settori strategici delle aree montane, scambiando idee con gli operatori del territorio per individuare le criticità e affrontarle efficacemente. Inoltre, grazie agli strumenti tecnologici che oggi abbiamo a disposizione è possibile fare rete e condividere buone pratiche riducendo le distanze fisiche. La montagna è un luogo vivace che offre grandi margini di innovazione: è molto importante cambiare paradigma e liberarsi dallo stigma della marginalità, facendo leva sulle specificità e le unicità di questi territori, di cui l’Italia è straordinariamente ricca” afferma la Prof.ssa Giorgi.

CLICCA QUI
per maggiori informazioni sulla diretta dell’evento!

Iscriviti alla newsletter