ITA | ENG

Comizio Agrario di Mondovì

Il 25 maggio 1867 nasce, nella sala del teatro Sociale di Mondovì Piazza, il Comizio Agrario del Circondario di Mondovì, che fin dall’inizio si distingue per la capacità di intervenire nel ammodernare l’agricoltura del Circondario. Promuove conoscenze di agraria tra gli agricoltori con lezioni presso l’Istituto Magistrale (le future maestre dei borghi rurali), presso il Seminario diocesano (i futuri parroci di campagna) e presso le Caserme militari. Il Comizio inoltre diffonde nel territorio gli asili rurali, l’associazionismo mutualistico, la cooperazione e numerose Fiere, tra cui la celebre Fiera del Bue Grasso di Carrù (1910). Tra le figure storiche importanti del Comizio, emerge il cattedratico ambulante Alessandro Gioda (1878 – 1948) che, spostandosi con mezzi di fortuna in tutti i paesi e i borghi del Circondario di Mondovì, un territorio prevalentemente collinare e montano, ha insegnato buone pratiche agricole ai coltivatori dialogando con loro in piemontese. Attualmente il Comizio Agrario di Mondovì custodisce una storica biblioteca e un ricco archivio, riconosciuti di «interesse storico particolarmente importante» dalla Soprintendenza Archivistica del Piemonte e della Valle D’Aosta. Ha un laboratorio di analisi con attrezzatura moderna, precisa ed efficiente, che offre analisi di mosto, vino, acqua, olio, latte e terreno. Promuove seminari formativi di frutticoltura, orticoltura, apicoltura, vitivinicoltura; presentazione di libri, giornate seminariali di approfondimento su problematiche rurali, ambientali e di educazione alimentare. Sono molti i progetti del Comizio, tra questi la difesa e la promozione della biodiversità agraria con la realizzazione di un campo varietale frutticolo dove vengono conservate dal 1997 oltre 100 varietà locali di mele. Il frutteto si trova all’interno del parco del Castello di Rocca de’ Baldi. Qui, inoltre, il Comizio, in collaborazione con la Facoltà di Agraria ha promosso una Piattaforma sperimentale agraria dove, attraverso pratiche agroecologiche, si mettono in campo diverse ricerche, condividendo i risultati ottenuti con gli agricoltori interessati.


Link a sito
Mappa
Iscriviti alla newsletter