ITA | ENG
28 Gennaio 2014

“Rivolta” nelle zone rurali e montane – segnaliamo articolo da La Stampa di Cuneo

Il tema è di grande attualità, in questi giorni non si parla d’altro: la legge elettorale.

Si è chiuso ieri, 27 gennaio alle ore 13:00 il termine per la presentazione degli emendamenti alla nuova legge elettorale in commissioni affari costituzionali alla camera.

Associazione Alte Terre e Uncem criticano la bozze di legge e propongono collegi più omogenei e non solo basati sui grandi centri.

Si legge nell’articolo che “ancora una volta, con il sistema nazionale del quale si inizia a discutere in Prima Commissione alla Camera, restano penalizzati i territori con bassa densità di popolazione.” dichiara Roberto Colombero, Sindaco di Canosio “Stessa cosa avviene con le preferenze, ovviamente concentrate dove vi sono molti elettori e rarefatte nelle zone montane, nei piccoli Comuni.”

Associazione Alte Terre dice basta a collegi «definiti solo in relazione al numero degli elettori», che «penalizzano fortemente le aree rurali a vantaggio dei popolosi centri urbani».

Leggi l’articolo.

Pubblichiamo anche la lettera inviata il 27 gennaio da Associazione Alte Terre al Gruppo Interparlamentare per lo Sviluppo della Montagna.


Iscriviti alla newsletter