ITA | ENG

Pro.Ce.Di.

L’abbandono dei boschi, e in particolare dei cedui, è spesso indicato come una delle cause del degrado del territorio e del dissesto idrogeologico, comportando due tipologie di problematiche principali: collasso delle piante e loro ribaltamento & potenziale perdita di efficienza nel contrastare le frane superficiali. Le conoscenze a disposizione sono però scarse e non consentono di programmare gli interventi su base razionale; il progetto Pro.Ce.Di si è posto l’obiettivo di dare risposta a tali problemi, fornendo anche indicazioni di tipo gestionale.

Il lavoro si è articolato in due parti: la prima, selvicolturale, mira a descrivere e caratterizzare il fenomeno del ribaltamento delle ceppaie di castagno per definire i fattori di maggior rischio; la seconda è volta a valutare la stabilità dei versanti boscati, attraverso un modello a diverse condizioni di gestione del bosco.
L’area di studio è stata individuata in Valcuvia nel comune di Brenta dove negli ultimi anni si sono verificati episodi di franamento lungo versanti boscati costituiti soprattutto da cedui di castagno invecchiati.


Anno inizio
2012
Partnernariato

Capofila del progetto è stata la Comunità Montana Valli del Verbano, mentre come partner è stato coinvolto il Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali dell’Università degli Studi di Milano.

Tra gli attuatori vi sono anche stati l’Università degli Studi di Torino e lo Studio Nicoloso.

Ente finanziatore
Comunità Montana Valli del Verbano
Capofila
Comunità Montana Valli del Verbano
Team

Giambattista Bischetti

Iscriviti alla newsletter