ITA | ENG
2 Novembre 2021

Il polo UNIMONT partecipa a un momento di confronto per individuare quali sono le migliori pratiche sostenibili in grado di ripopolare i territori montani della provincia di Biella

Mercoledì 3 novembre, il polo UNIMONT – Università degli Studi di Milano partecipa a un incontro organizzato dalla CGIL di Biella che mira a individuare le politiche strategiche e sostenibili per ripopolare le montagne. La testimonianza di UNIMONT mette in evidenza come la capacità di interpretare in maniera corretta le potenzialità del territorio montano sia cruciale per trasformare la marginalità in opportunità. 


La CGIL di Biella ha deciso di organizzare un momento di confronto con alcuni professionisti della montagna, che vuol essere uno stimolo per far emergere quali sono le migliori pratiche volte a garantire il ripopolamento delle aree montane biellesi e assicurare un futuro sostenibile per le comunità locali.

Il contributo di UNIMONT – polo d’Eccellenza dell’Università degli Studi di Milano, interamente dedicato alle montagne e situato a Edolo, in un piccolo comune delle Alpi Centrali – metterà in evidenza come agire dal territorio sia fondamentale per individuare le priorità e le pratiche d’intervento più efficaci a promuovere un processo di sviluppo sostenibile in grado di superare quel concetto di marginalità e rendere i territori montani più competitivi. L’esperienza del Polo dimostrerà, inoltre, come la valorizzazione delle aree montane richieda un impegno specifico per formare i giovani che voglio vivere e lavorare in montagna, ma anche per creare un’azione sinergica e collaborativa con gli attori locali volta ad innescare un percorso di innovazione utile per affrontare le attuali sfide globali.

Durante l’incontro intervengono: Marvi Massazza Gal, Segretaria Generale SPI CGIL Biella; Gianna Fracassi, Segreteria Nazionale CGIL; Anna Giorgi, Professore Ordinario e Presidente del Corso di Laurea in Valorizzazione e Tutela dell’Ambiente e del Territorio Montano, UNIMONT – Università degli Studi di Milano; Direttrice del Centro di Ricerca per lo Sviluppo Sostenibile delle Montagne – GESDIMONT; Delegata del Rettore dell’Università degli Studi di Milano alla promozione delle attività didattiche, di ricerca e terza missione per la valorizzazione del territorio montano; Paolo Furia, Ricercatore, Università degli Studi di Torino; Nerina Dirindin, Professore, Università degli Studi di Torino; Roberto Colombero, Presidente UNCEM Piemonte. Modera Andrea Formagnana, Giornalista de “Il Biellese”.

SEGUI L’INCONTRO IN STREAMING: CLICCA QUI


Iscriviti alla newsletter