CONTATTI:

Tel. 0250330500
Email corso.edolo@unimi.it

Progetto promosso da:

MIUR Ministero dell'Istruzione, dell'Iniversità e della Ricerca

 

Università degli Studi di Milano
Area Servizi

Vetrina delle eccellenze

affina la tua ricerca
aree di interesse
aree di interesse
  • Agricoltura
  • Alimentare
  • allevamento
  • Altro
  • Ambiente
  • Assestamento forestale
  • Biochimica
  • Biodiversità
  • Biologia animale
  • Biologia vegetale
  • Blende learning
  • Botanica forestale
  • Chimica
  • Clima
  • Coltivazioni Arboree
  • Conservation
  • Costruzioni rurali e territorio agroforestale
  • Cultura - Culture
  • Economia
  • Economia ambientale
  • Energia
  • Entomologia
  • Estimo ambientale
  • Fauna
  • Fisica
  • Fisiologia
  • Foreste
  • Frammentazione del fondo
  • Genetica forestale
  • Gestione del Territorio
  • GIS - geographic information system
  • Idraulica Agraria
  • Imprenditoria
  • Informatica
  • Information technology
  • Lingua straniera
  • Marketing
  • Matematica e Statistica
  • Meccanizzazione agroforestale
  • Microbiologia agraria
  • Mobilità
  • Normativa per la montagna
  • Patologia delle piante
  • Pedologia
  • Pianificazione territoriale
  • Produzioni zootecniche
  • Project Management per la montagna
  • Risorse Idriche
  • Selvicoltura
  • Sicurezza
  • Sistemazioni Idraulico Forestali
  • Socio Economico
  • Tecnologia
  • Tesi di Laurea
  • Trasporto
  • Turismo
  • Viticoltura
  • Zoologia
  • Zootecnia
sede
sede
< indietro
Nome
Area di Interesse

Mais nero spinoso di Valle Camonica

informazioni
Tipologia prodotto
Cereali: mais
Caratteristiche prodotto

La varietà della specie Zea mays denominata Mais Nero Spinoso di Valle Camonica è tradizionalmente coltivata nei territori comunali di Esine, Piancogno e limitrofi (Val Camonica, BS). Testimonianze dirette da parte di alcuni agricoltori, riportano la coltivazione di questa varietà di mais tra la fine del XIX e gli inizi del XX secolo in località Annunciata del Comune di Piancogno. La granella prodotta, di colore bruno/nero, è caratterizzata da una evidente spinatura ed è stata (e lo è tuttora) utilizzata principalmente per la produzione di farina da polenta ad uso prevalentemente familiare. La varietà si presta particolarmente alla coltivazione in ambiente montano, anche a quote superiori ai 1000 metri, grazie alla sua rusticità e alla lunghezza media del ciclo vegetativo.

La varietà presenta un’elevata rilevanza dal punto di vista fitogenetico in virtù delle sue peculiari caratteristiche morfologiche e fenotipiche, e in particolare per la sua granella dalla caratteristica forma rostrata e dalla pigmentazione bruna che, a differenza di altre varietà di mais, non è dovuta all’accumulo di antocianine ma alla presenza di flobafeni nel pericarpo. Tali pigmenti sono sintetizzati in mais attraverso la via dei flavonoidi mediante la polimerizzazione dei flavan-4-ols, guidata dalla presenza del gene regolatore P1 (pericarp color1). Varietà di mais recanti il gene P1 e capaci di accumulare elevate quantità di flobafeni nel pericarpo della granella, possono rappresentare una risorsa dal momento che i flobafeni possiedono proprietà antiossidanti capaci di prevenire malattie croniche.

Azienda che lo produce
Agricoltori della media Val Camonica (BS)
Video

news

RIS3 IN MACRO-REGIONAL STRATEGIES: BUILDING A COMPARATIVE FRAMEWORK TO LEARN FROM OTHER REGIONS

Martedì 25 giugno, il Gruppo d’Azione 1 di EUSALP – Ricerca e Innovazione – organizza un workshop per discutere qual è il framework comparativo che...

leggi

MOUNTAIN-HACK 2019: AL VIA LA SEQUENZA DI HACKATHON VERSO L’APPUNTAMENTO INTERNAZIONALE DELL’ANNUAL FORUM DI EUSALP

Mountain-Hack è il primo Hackathon della scuola italiana interamente dedicato allo sviluppo dei territori montani, nato all’interno del progetto Italian Mountain Lab – progetto FISR, Fondo integrativo speciale per...

leggi

UNIMONT in uscita didattica: giornate piene ed interessanti per i nostri studenti

Il giorno 15 maggio hanno avuto luogo, al Monte Amiata, nel territorio toscano, le prime Olimpiadi di selvicoltura, con la partecipazione di 98 studenti da...

leggi

UNIMONT partecipa al Forum PA: Governance territoriale e sviluppo locale

Giovedì 16 maggio 2019, il polo di Eccellenza UNIMONT – Università della Montagna, sede di Edolo dell’Università degli Studi di Milano, porterà un contributo al...

leggi

UNIMONT a Seeds&Chips 2019

“AGROBIODIVERSITÁ: UN’OPPORTUNITÁ PER LA RICERCA, L’IMPRESA E LA COMUNITÀ NEI TERRITORI MONTANI”: questo è stato l’intervento del polo di Eccellenza UNIMONT – Università della Montagna,...

leggi
Segnala

SEGNALA!ci

HAI UN CORSO O UN PROGETTO DA SEGNALARE AL PORTALE?
Compila il form a tua disposizione per entrare a far parte del network Unimont!

Contribute! >

catlist_istituzionaliIl marchio Unimont contraddistingue tutte le attività didattiche e di ricerca sviluppate e/o approvate dall’Università della Montagna, che mirano allo sviluppo e alla valorizzazione dei territori montani, in un’ottica di sostenibilità e salvaguardia ambientale, sociale e economica.

legenda icone area servizi

aree di interesse

Alimentare
Ambiente
Agricoltura
Clima
Culturale
Energia
Gestione
del Territorio
Mobilità
Risorse
Idriche
Selvicoltura
Socio
Economico
Turismo
Zootecnia
Altro

legenda icone area servizi coaching

Dati
Normativa
Tutorial

Cerca nel sito

Utilizza questo strumento per cercare all'interno di tutti i contenuti del portale. Per una ricerca più specifica visita le sezioni Didattica, Ricerca e Servizi.

Note Legali

Credits

Il portale di UNIMONT è sviluppato su piattaforma WordPress.

Grafica e programmazione sono a cura di Paper Plane Factory.

Ricerca additiva: Mavida snc