ITA | ENG

Ecologia alpina – una giornata di seminari dedicati all’alta quota

“Ecologia e biodiversità degli ambienti glaciali”

Dopo essere stati considerati per lungo tempo ambienti privi di vita, i ghiacciai sono ora considerati ecosistemi a tutti gli effetti ed i ghiacciai e le calotte polari sono stati proposti come “nuovo” grande bioma terrestre. L’intervento vuole illustrare le attuali conoscenze ecologiche su questi ambienti e sulla inaspettata biodiversità che essi ospitano.

Roberto AMBROSINI

Professore Associato in Ecologia presso il Dipartimento di Scienze e Politiche Ambientali dell’Università degli Studi di Milano. Le sue attività di ricerca riguardano l’ecologia degli ambienti di alta quota, in particolare degli ambienti glaciali e gli impatti dei cambiamenti climatici sia sugli ambienti glaciali sia sugli uccelli migratori.

2022.04.26 Ecologia Alpina Presentazione RobertoAmbrosini_compressed

“Inquinamento ad alta quota”

L’intervento intende illustrare alcuni casi studio che documentino le attuali problematiche riguardanti la diffusione e le conseguenze della contaminazione di origine antropica che affligge gli ecosistemi montani. Particolare enfasi sarà data alla problematica riguardante la contaminazione da materie plastiche, fornendo una panoramica sulla loro diffusione, sulle sorgenti di origine e le potenziali ripercussioni a livello ecosistemico.

Marco PAROLINI

Professore Associato in Ecologia presso il Dipartimento di Scienze e Politiche Ambientali dell’Università degli Studi di Milano. La sua attività di ricerca si delinea principalmente in ambito ecotossicologico, laddove si occupa del monitoraggio di contaminanti ambientali in ecosistemi acquatici e terrestri, nonché della potenziale tossicità di composti di sintesi prioritari e contaminanti emergenti, tra cui micro- e nanoplastiche, su opportuni modelli biologici di riferimento.

2022.04.26 Ecologia Alpina Presentazione MarcoParolini_compressed

“Avifauna alpina e cambiamenti climatici”

Ottimi indicatori ambientali a causa della loro sensibilità, gli uccelli sono tra gli organismi più impattati dai cambiamenti climatici. Le specie d’alta quota sono particolarmente vulnerabili, sia per la loro elevata specializzazione, sia per il tasso di riscaldamento particolarmente marcato negli ambienti montani. Attraverso una panoramica generale degli impatti sugli uccelli alpini e specifici casi studio, il seminario approfondirà gli effetti dei cambiamenti climatici su queste specie e sui vulnerabili ecosistemi di cui fanno parte.

Mattia BRAMBILLA

Ricercatore a tempo determinato (lettera B) in Ecologia presso il Dipartimento di Scienze e Politiche Ambientali dell’Università degli Studi di Milano. La sua attività di ricerca riguarda soprattutto cambiamenti climatici e specie montane, ecologia di Vertebrati terrestri, biodiversità e servizi ecosistemici negli ambienti agricoli, conservazione della biodiversità e processi evolutivi in specie ornitiche.

2022.04.26 Ecologia Alpina Presentazione MattiaBrambilla_compressed


Data
26/04/2022
Luogo
Polo UNIMONT (Edolo, BS) e Online
Ora
9:30 am
Registrazione
Progetto
Montagne: Living Labs di innovazione per la transizione ecologica e digitale
Locandina
Iscriviti alla newsletter