CONTATTI:

Tel. 0250330500
Email corso.edolo@unimi.it

Progetto promosso da:

MIUR Ministero dell'Istruzione, dell'Iniversità e della Ricerca

 

Università degli Studi di Milano
Area Network

Palinsesto antenne

Antenne attive
  • Comunità Montana Valle Trompia

    Via Giacomo Matteotti, 327, Gardone Val Trompia, BS, Italia

  • Comando del Corpo forestale Regione Sicilia – Servizio 5 Interventi e opere pubbliche Tutela ed Economia montana

    Via Ugo la Malfa, 87/89, 90146 Palermo, PA, Italia

  • Università del Piemonte Orientale

    Via Duomo, 6, 13100 Vercelli, VC, Italia

Vedi antenne

CITIZEN SCIENCE E GLI INSETTI DELLA DIRETTIVA HABITAT: ESPERIENZE E RISULTATI

Data
02/05/2019
Orario
15:30
Dove
Aula Magna - Università della Montagna Via Morino 8, Edolo (BS)
Relatore
Sönke Hardersen - Centro Nazionale per lo Studio e la Conservazione della Biodiversità Forestale "Bosco Fontana" Carabinieri
Lingua
Italiano
Link iscrizione
Descrizione

La Citizen Science è un metodo che coinvolge attivamente il pubblico nella ricerca scientifica. Nell’ambito del progetto Life “Monitoraggio degli insetti con partecipazione pubblica” del Centro Nazionale Biodiversità Forestale “Bosco Fontana” Carabinieri, questo approccio è stato applicato per la prima volta per indagare la distribuzione di 9 specie di insetti protetti dalla Direttiva Habitat: dal 2013 al 2017 sono state raccolte 2185 segnalazioni valide. Incoraggiati da questo successo, il Centro ha avviato il progetto InNat (www.innat.it), che amplia a 30 specie la raccolta di segnalazioni. Inoltre, il portale di Citizen Science InNat è stato adottato dalla Regione Lombardia nell’ambito del progetto Life Gestire 2020 per incrementare le conoscenze su questi insetti protetti.
Nel corso del seminario saranno illustrate la Direttiva Habitat, alcune delle specie target inserite nel programma di Citizen Science, la piattaforma InNat e i primi risultati scientifici. Inoltre, saranno condivise le esperienze di 6 anni di Citizen Science.

 Locandina

 

La partecipazione all’evento prevede l’attribuzione di 0,188 CFP a dottori agronomi e forestali, ai sensi del Regolamento per la Formazione professionale Continua del CONAF 3/2013

 

Con il patrocinio del Collegio Geometri della Provincia di Brescia: 1 CFP con il 100% della frequenza

HOME SHARING E OPPORTUNITÀ PER LE AREE MONTANE: IL CASO AIRBNB

Data
09/05/2019
Orario
15:30
Dove
Aula Magna - Università della Montagna Via Morino 8, Edolo (BS)
Relatore
Erica Danese - Homes Business Operations Airbnb Italia
Lingua
Italiano
Link iscrizione
Descrizione

Le piattaforme digitali hanno permesso negli ultimi anni uno sviluppo significativo dell’ospitalità in casa, permettendo ai proprietari di immobili di numerosi territori una volta esclusi dai circuiti turistici internazionali di poter beneficiare da una maggiore diversificazione dei flussi realizzati attraverso la tecnologia. Quest’ultima ha peraltro consentito di rendere alla portata anche di operatori non professionale la gestione di strumenti di pubblicità, gestione del calendario, definizione del prezzo e comunicazione con l’ospite straniero. Durante il seminario verrà presentata una panoramica di Airbnb e delle sue principali funzionalità.

Locandina

 

La partecipazione all’evento prevede l’attribuzione di 0,25 CFP a dottori agronomi e forestali, ai sensi del Regolamento per la Formazione professionale Continua del CONAF 3/2013

 

Con il patrocinio del Collegio Geometri della Provincia di Brescia: 1 CFP con il 100% della frequenza

Inaugurazione del tratto di pesca a Mosca Nokill Monviso

Data
12/05/2019
Dove
Ostana
Descrizione

Nelle Alpi, i fiumi costituiscono sistemi ecologici essenziali ma vulnerabili, sempre più minacciati dalle attività dell’uomo e dal cambiamento climatico. Purtroppo, la tutela ambientale dei fiumi viene spesso percepita come un ostacolo allo sviluppo economico. In questo contesto, l’istituzione di percorsi di pesca a mosca no-kill favorisce la conservazione della natura e della fauna alimentando al contempo un circuito turistico che può assumere una notevole importanza nelle valli alpine. In alternativa all’istituzione di una zona di divieto di pesca, il tratto no kill permette l’attività dei pescatori senza danneggiare l’ittiofauna. Il rilascio dei pesci in età riproduttiva consente inoltre la formazione di un popolamento consistente che funge da ‘polmone’ arricchendo di pesci i tratti a monte ed a valle.

 

Il No-Kill Monviso nasce all’interno del progetto ITALIAN MOUNTAIN LAB dall’esigenza di tutelare i sistemi fluviali alimentando al contempo una filiera turistica interessata ad approfondire il contatto con la natura e specialmente la conoscenza degli ecosistemi d’acqua corrente. Questa è un’iniziativa senza eguali nel panorama nazionale, in quanto si avvale della collaborazione del Centro per lo Studio dei Fiumi Alpini, struttura nata dalla collaborazione del Parco del Monviso con le tre Università piemontesi (UPO, UNITO e POLITO) con la finalità di promuovere le attività di ricerca, didattica e divulgazione relative alla conoscenza ed alla conservazione dei torrenti e fiumi delle nostre Alpi.

 

Programma della manifestazione:

  • 10 – 11,30: Attività didattiche per adulti e bambini
    • Laboratorio di costruzione e imitazione di insetti per la pesca a mosca
    • Dimostrazioni di tecniche di lancio con canna da mosca
    • Esibizione di canne artigianali in bambù
    • Mostra di imitazioni di insetti artificiali per la pesca a mosca realizzate dal Sig. Carlo Vassallo
  • 11,30 – 12,30: Interventi dei promotori del percorso No-Kill Monviso
    • Gianfranco Marengo, Presidente del Parco del Monviso
    • Pietro Danna, Provincia di Cuneo
    • Giacomo Lombardo, Sindaco del Comune di Ostana
    • Gian Carlo Avanzi, Rettore Università del Piemonte Orientale
    • Gianni Tacchini, Presidente dell’UNPeM Piemonte
    • Marco Baltieri, ATAAI
    • Stefano Fenoglio, ALPSTREAM – UPO
  • 12,30 – 13,00: Momento conviviale con aperitivo
  • 13,00: Pranzo presso le strutture ricettive di Ostana (20 € Adulti / 12€ menù bambini, prenotazione entro 9/5/19 – Agr. “A nostro Mizoun” 3397616431 / Locanda I Faunet 347466 2221 / Rifugio Galaberna 0175940310)
  • A partire dalle 15 (compatibilmente con le condizioni meteo)
    • Lungo il torrente, possibilità di osservare le tecniche di pesca a mosca
    • Lezioni ‘in campo’ di ecologia fluviale ed entomologia

Info: retefiumi@gmail.com

 

Appennino atto d’amore. La montagna a cui tutti apparteniamo – Paolo Piacentini

Data
15/05/2019
Orario
17.00 - 18.30
Dove
Aula Magna, Università della Montagna — Virtual Room
Relatore
Paolo Piacentini
Lingua
italiano
Link iscrizione
Descrizione

DESCRIZIONE LIBRO

“Se qualcuno, in questo momento storico, mi dovesse chiedere a quale partito o area politica appartengo, gli risponderei che appartengo all’Appennino.”

Una fuga temporanea per uscire dalla routine stanca e inconsapevole e attingere all’energia vitale del cammino. Oltre il velo che offusca i propri desideri, alla ricerca del senso profondo dell’esistere: l’amicizia, l’amore per la montagna, i suoi paesaggi, la sua gente, i luoghi che si spopolano e i giovani che ritornano.

Un’avvincente traversata lungo la spina dorsale dell’Italia, da Nord a Sud, nello splendore delle terre alte.

 

L’AUTORE: Paolo Piacentini

Paolo Piacentini è uno dei maggiori esperti di “Cammini” in Italia. È fondatore e presidente di Federtrek, ente di promozione sociale attivo in tutta Italia. Con il ministero dei Beni culturali e del turismo è stato protagonista dell’Anno dei cammini (2016).

 

Casa Editrice

Terre di Mezzo

Locandina

COMONEXT INNOVATION HUB: dove progetti e startup aiutano i territori a crescere

Data
16/05/2019
Orario
15:30
Dove
Aula Magna - Università della Montagna Via Morino 8, Edolo (BS)
Relatore
Dr.ssa M.Cristina Porta, Head of Projects & Incubation Services - Dr.ssa Elena Zaffaroni, Projects & incubation services ComoNExT SpA 
Lingua
Italiano
Link iscrizione
Descrizione

ComoNExT è un Digital Innovation Hub e un Incubatore di startup certificato MISE (Ministero dello Sviluppo Economico) situato all’interno dell’antico cotonificio Somaini di Lomazzo, restaurato con una sapiente operazione di recupero di archeologia industriale.

Gli obiettivi di ComoNExT sono fondamentalmente tre: attrarre imprese innovative, trasferire innovazione sul territorio e favorire lo sviluppo di nuova imprenditoria grazie all’incubazione di startup.

Oggi però la sfida decisiva è rappresentata dalla capacità di innovare e dalla trasformazione digitale che ha ormai coinvolto ogni settore dell’impresa.

La NExT Innovation® è il modo per avviare in azienda quella trasformazione digitale e quell’innovazione indispensabili per continuare a competere e a crescere. All’interno di ComoNExT – Innovation Hub sono insediate più di 120 imprese, tutte votate all’innovazione, che ogni giorno lavorano con i propri clienti per migliorare prodotti e processi in chiave innovativa.

 

Locandina

 

La partecipazione all’evento prevede l’attribuzione di 0,25 CFP a dottori agronomi e forestali, ai sensi del Regolamento per la Formazione professionale Continua del CONAF 3/2013

 

Con il patrocinio del Collegio Geometri della Provincia di Brescia: 1 CFP con il 100% della frequenza

INCONTRO CON L’AUTORE: AURELIO MANZI – “STORIA DELL’AMBIENTE NELL’APPENNINO CENTRALE”

Data
23/05/2019
Orario
15.00 17.00
Dove
AULA 4 Scienze della Montagna Via A. M. Ricci 35/A— Rieti | VIRTUAL ROOM
Relatore
Aurelio Manzi
Lingua
italiano
Link iscrizione
Descrizione

L’Abruzzo è una terra, posta al centro del Mediterraneo, con una natura straordinaria che esprime una biodiversità eccezionale, raramente riscontrabile in ambito italiano ed europeo. Eppure, l’azione dell’uomo, fin dalla sua comparsa, ha influito sulla natura primordiale, ha sistematicamente trasformato l’ambiente per adattarlo alle sue esigenze di vita. Oggi non c’è ettaro di terreno che non abbia risentito dell’attività antropica.

 

Aurelio Manzi ripercorre la storia dell’ambiente nella regione, dall’ultima glaciazione fino ai nostri giorni, con gli occhi del naturalista attento alle vicende umane. Analizza le trasformazioni ambientali nelle diverse epoche, i cambiamenti nel paesaggio e nell’agricoltura, le mutazioni nelle comunità faunistiche e floristiche. Si sofferma sulla distruzione di importanti ecosistemi come il lago Fucino, uno dei più estesi bacini italiani, oppure la preziosa torbiera di Campotosto, le aree paludose e la fascia costiera, indugia sulla devastazione dei grandi complessi forestali, in particolare le selve della pianura. Indaga su alcuni processi oggi in atto di portata storica, tra cui l’abbandono della fascia montana e collinare con la conseguente urbanizzazione della costa, i cambiamenti climatici e gli effetti ambientali che ne derivano

 

LOCANDINA

 

Con il patrocinio del Collegio Geometri della Provincia di Brescia: 1 CFP con il 100% della frequenza

news

BUONA PASQUA

L’Università della Montagna rimarrà chiusa dal 19 al 28 aprile 2018. BUONA PASQUA!

leggi

Edolo Sport Day: tutti in campo per una giornata di festa

Lo sport assoluto protagonista a Edolo per un’intera giornata. Mercoledì 10 aprile è andata in scena la seconda edizione dell’Edolo Sport Day, la manifestazione sportiva...

leggi

Open Day 2019 – Università della Montagna

OPEN DAY Corso di Laurea in Valorizzazione e Tutela dell’Ambiente e del Territorio Montano sabato 18 maggio 2019 ore 10:00 presso l’aula magna dell’Università della...

leggi

III sessione di laurea dell’A.A. 2017/2018 del CdL in Valorizzazione e Tutela dell’Ambiente e del Territorio Montano

Mercoledì 10 Aprile 2019, presso l’Università della Montagna di Edolo, sono stati proclamanti dodici nuovi laureati in Valorizzazione e Tutela dell’Ambiente e del Territorio Montano....

leggi

Il dataset di Re-Search Alps è ora disponibile nel Portale Europeo dei Dati!

Dal 26 Marzo 2019, il dataset di Re-Search Alps – Research Laboratories in the Alpine Area, che contiene informazioni riguardanti 125.649 Centri e Laboratori di...

leggi
Segnala

SEGNALA!ci

HAI UN CORSO O UN PROGETTO DA SEGNALARE AL PORTALE?
Compila il form a tua disposizione per entrare a far parte del network Unimont!

Contribute! >

catlist_istituzionaliIl marchio Unimont contraddistingue tutte le attività didattiche e di ricerca sviluppate e/o approvate dall’Università della Montagna, che mirano allo sviluppo e alla valorizzazione dei territori montani, in un’ottica di sostenibilità e salvaguardia ambientale, sociale e economica.

Cerca nel sito

Utilizza questo strumento per cercare all'interno di tutti i contenuti del portale. Per una ricerca più specifica visita le sezioni Didattica, Ricerca e Servizi.

Note Legali

Credits

Il portale di UNIMONT è sviluppato su piattaforma WordPress.

Grafica e programmazione sono a cura di Paper Plane Factory.

Ricerca additiva: Mavida snc