CONTATTI:

Tel. 0250330500
Email corso.edolo@unimi.it

Progetto promosso da:

MIUR Ministero dell'Istruzione, dell'Iniversità e della Ricerca

 

Università degli Studi di Milano
Area Network

Palinsesto antenne

Antenne attive
  • IRES Piemonte

  • GAL Montagne Biellesi

  • Comunità Montana Valle Trompia

    Via Giacomo Matteotti, 327, Gardone Val Trompia, BS, Italia

Vedi antenne

VIVERE NEL CRATERE SISMICO. TERREMOTI IN APPENNINO TRA PASSATO, PRESENTE E FUTURO

Data
05/12/2019
Orario
15:30
Dove
Aula 10 - Scienze della Montagna - Polo Universitario Sabina Universitas Via A.M.Ricci 35/A, Rieti
Relatore
Elio Ursini, Gianluca Ferrini, Antonio Moretti Università dell'Aquila
Lingua
Italiano
Link iscrizione
Descrizione

Il team del Laboratorio di Geologia e Sismologia (GEOLAB) dell’Università degli Studi dell’Aquila, con diversi interventi, tratterà la storia sismica dell’Appennino, le caratteristiche peculiari dei terremoti in ambienti montani e l’esperienza fatta nei territori del Centro Italia colpiti dalle scosse del 2016 e del 2017.

Dopo un accenno alla sismologia dell’Appennino si entrerà nel dettaglio dei fenomeni più significativi che hanno interessato la zona del “cratere” negli ultimi anni. Attenzione particolare verrà rivolta al terremoto che ha distrutto Amatrice nell’agosto 2016.

Passando dalla scienza alla tecnica si porrà anche l’accento sul ruolo svolto dalla Protezione Civile, prima, durante e dopo i terremoti.

 

Locandina

Andare per silenzi – Franco Michieli

Data
11/12/2019
Orario
18:00
Dove
Università della Montagna Via Morino 8, Edolo (BS)
Relatore
Franco Michieli
Lingua
Italiano
Link iscrizione
Descrizione

Lunghe traversate da un capo all’altro della Norvegia, su isole popolate solo di nidiate di uccelli, in mezzo a paesaggi rocciosi e selvaggi, per giorni o settimane, senza compagni e senza mappe, nel silenzio più assoluto. Sembra un’immersione nel vuoto, invece è un’esperienza totalizzante: non sono gli altri a segnare la via, siamo noi a sceglierla a ogni passo. L’attenzione si acuisce, la presenza si fa costante: solo così il cammino è vero incontro con un ambiente partecipe. Le acque che scorrono tracciano il percorso, il vento e la pioggia dettano il passo, gli animali si allertano e seguono l’andare umano. Franco Michieli, geografo ed esploratore, da quasi quarant’anni alterna avventure in solitaria, in coppia e in gruppo, su strade battute e in luoghi disabitati, affidandosi alle indicazioni della natura, certo che il varco si rivelerà da sé. In questo libro ripercorre alcuni dei suoi viaggi – dal whiteout del deserto lavico islandese alle ascensioni andine tra insediamenti di antica spiritualità – rimettendo in discussione l’idea di compagnia: siamo più soli nella folla cittadina, dove la miriade di stimoli si spegne in un bombardamento fragoroso, che nell’isolamento dei boschi, in cui il silenzio, per chi sa ascoltare, si fa denso di voci. Qui, lontano dai condizionamenti tecnologici, riemerge la nostra connessione primordiale e istintiva con la natura e con i nostri simili: come può esserci solitudine fra tanta animata bellezza?

 

Locandina

logo_geo

L’ORGANIZZAZIONE TERRITORIALE E AMMINISTRATIVA DEI TERRITORI MONTANI

Data
16/12/2019
Orario
17:00
Dove
Aula Adamello - Università della Montagna Via Morino 8, Edolo (BS)
Relatore
Prof. Mario Gorlani, Professore ordinario di diritto pubblico presso il Dipartimento di Economia & Management dell’Università di Brescia. Titolare dei corsi di diritto pubblico e di diritto delle amministrazioni pubbliche e delle autonomie territoriali
Lingua
Italiano
Link iscrizione
Descrizione

Il seminario si propone di analizzare, sotto il profilo dell’organizzazione istituzionale e amministrativa, l’attuale assetto dei territori montani. L’art. 44, co. 2, della Costituzione prevede che la legge disponga provvedimenti a favore delle zone montane; a sua volta, l’art. 118, co. 1, Cost., prescrive che il legislatore organizzi l’attribuzione delle funzioni amministrative tra i territori montani secondo i principi di sussidiarietà, adeguatezza e differenziazione.

Sulla scorta di tali indicazioni, da sempre il legislatore italiano è alla ricerca di soluzioni normative ed organizzative efficienti da un lato, ma anche capaci di adattarsi alla molteplice diversità e alle molteplici esigenze e criticità dei territori montani del nostro Paese.

Il seminario illustrerà l’attuale assetto normativo, con uno sguardo all’esperienza di altri Paesi europei e con una riflessione su possibili soluzioni innovative per il futuro.

 

Locandina

logo_agro_geo_web

La Natura Geniale – Barbara Mazzolai

Data
18/03/2020
Orario
18:00
Dove
Università della Montagna Via Morino 8, Edolo (BS)
Relatore
Barbara Mazzolai
Lingua
Italiano
Link iscrizione
Descrizione

Cosa hanno da insegnarci organismi apparentemente tanto diversi da noi come una quercia, una pianta rampicante o un polpo? Quali dei loro segreti potrebbero aiutarci a costruire un futuro migliore e meno fosco di quello che oggi iniziamo a intravedere? La tecnologia sarà mai in grado di riprodurre la potenza nascosta e pulita del mondo vegetale? La risposta a tutte queste domande è racchiusa nel lavoro pionieristico della donna che ha inventato il primo robot della storia ispirato al mondo delle piante. Perfettamente adattate al loro habitat, le piante rappresentano un’alternativa evolutiva quasi speculare a quella del mondo animale: mentre uomini e animali si sono evoluti privilegiando caratteristiche legate al movimento e alla velocità, il mondo vegetale ha fatto della lentezza l’origine della propria resilienza. Se fino a ieri non avevamo dubbi su quale tra le due fosse la strategia di maggior successo, oggi qualche dubbio c’è, sollevato dalla crisi ecologica globale che abbiamo scatenato. Dal suo osservatorio di protagonista della rivoluzione tecnologica in atto Barbara Mazzolai ci conduce, con rigore scientifico e facilità divulgativa, in un’esplorazione della natura, tra bizzarri animali, piante dalle capacità misteriose, enigmi naturali che ancora oggi arrovellano gli scienziati.

 

Locandina

Resto Qui – Marco Balzano

Data
15/04/2020
Orario
18:00
Dove
Università della Montagna Via Morino 8, Edolo (BS)
Relatore
Marco Bolzano
Lingua
Italiano
Link iscrizione
Descrizione

L’acqua ha sommerso ogni cosa: solo la punta del campanile emerge dal lago. Sul fondale si trovano i resti del paese di Curon. Siamo in Sudtirolo, terra di confini e di lacerazioni: un posto in cui nemmeno la lingua materna è qualcosa che ti appartiene fino in fondo. Quando Mussolini mette al bando il tedesco e perfino i nomi sulle lapidi vengono cambiati, allora, per non perdere la propria identità, non resta che provare a raccontare. Trina è una giovane madre che alla ferita della collettività somma la propria: invoca di continuo il nome della figlia, scomparsa senza lasciare traccia. Da allora non ha mai smesso di aspettarla, di scriverle, nella speranza che le parole gliela possano restituire. Finché la guerra viene a bussare alla porta di casa, e Trina segue il marito disertore sulle montagne, dove entrambi imparano a convivere con la morte. Poi il lungo dopoguerra, che non porta nessuna pace. E così, mentre il lettore segue la storia di questa famiglia e vorrebbe tendere la mano a Trina, all’improvviso si ritrova precipitato a osservare, un giorno dopo l’altro, la costruzione della diga che inonderà le case e le strade, i dolori e le illusioni, la ribellione e la solitudine. Una storia civile e attualissima, che cattura fin dalla prima pagina.

 

Locandina

Le Parole sono Importanti – Marco Balzano

Data
16/04/2020
Orario
20:30
Dove
Monastero di San Pietro in Lamosa - Provaglio d'Iseo - (Bs)
Relatore
Marco Balzano
Lingua
Italiano
Link iscrizione
Descrizione

Quando ci raccontano l’etimologia di una parola proviamo spesso una sensazione di meraviglia, perché riconosciamo qualcosa che non sapevamo di sapere, un universo di elementi che era sotto i nostri occhi ma che non avevamo mai notato. Allora come è possibile che l’etimologia, cosí carica di fascino, non riceva la considerazione che merita? Eppure padroneggiare le parole nella loro storicità e non possederne solamente la scorza ha dei vantaggi. Per esempio, chi acquisisce una forma mentis etimologica sa che attribuire a qualsiasi vocabolo un solo significato è limitativo. Da questo punto di vista l’etimologia è come la poesia, perché sa offrire sempre un’immagine o un gesto che danno tridimensionalità alla parola. Inoltre, quando ne conosciamo l’archeologia, possiamo chiederci se l’uso odierno dei vocaboli conservi ancora qualcosa del significato originale e, nel caso non sia cosí, indagarne le ragioni. Attraverso dieci appassionanti scavi etimologici, Balzano ci dice non solo che ogni parola ha un corpo da rispettare, ma anche che non è un contenitore da riempire a piacimento. Perché ogni parola ha una sua indipendenza e una sua vita.

 

Locandina

L’altro lato del paradiso – Alberto Paleari

Data
20/05/2020
Orario
18:00
Dove
Università della Montagna Via Morino 8, Edolo (BS)
Relatore
Alberto Paleari
Lingua
Italiano
Link iscrizione
Descrizione

Numerosi viaggi letterari ha intrapreso Alberto Paleari in oltre tre decenni dedicati alla scrittura e alla pubblicazione di libri spesso eterogenei, ogni volta sorprendenti e apprezzati da un pubblico avvolgente. La sua voce antiretorica, ironica e controcorrente, capace di creare mondi che molto dicono del loro autore, ha rivelato un percorso esistenziale del tutto originale. Al centro sempre la montagna, fedele compagna di una vita. In L’altro lato del paradiso, Paleari compie un passo ulteriore, ancora più alto e ambizioso: qui la Valgrande – l’area di natura selvaggia più vasta d’Italia, tra il Lago Maggiore e la Val d’Ossola – è lo specchio nel quale egli ritrova se stesso. Una natura rigogliosa, ostile, ferina, solitaria e mutata nel tempo, come testimoniano le infinite tracce dell’antica civiltà di boscaioli e allevatori che l’ha abitata. «La prima volta che vidi la Valgrande, sono sicuro che fu dall’alto, ancora da bambino, quando con mio padre salii il Monte Zeda da Piancavallo». Storie sconosciute, ritratti di personaggi mitici del luogo, la guerra partigiana, le vecchie guide alpine, le avventure rocambolesche di un alpinismo di ricerca: catene di associazioni che conducono il lettore in un fluire continuo, appassionante, fino all’ultima pagina. Paleari scava memorie private e collettive di un mondo a sé, offrendoci il libro della sua vita.

 

Locandina

news

Quali sono le unicità e le chiavi del successo del Polo UNIMONT?  Se ne parlerà a Bruxelles al meeting ”Ripensare gli equilibri territoriali tra aree urbane e rurali nelle montagne europee”

20 Novembre 2019 - Il Centro di Ricerca per la Gestione Sostenibile e la Difesa della Montagna - Ge.S.Di.Mont. di UNIMONT, polo d’eccellenza dell’Università degli Studi di Milano situato a...

leggi

EUSALP Annual Forum 2019 – Workshop Tematico. The Alps: a unique laboratory for sustainable development models

Milano, 29 novembre 2019 – 8.45-10.15 a.m. Nell’ambito dell’Annual Forum, evento conclusivo dell’anno di presidenza italiana della Strategia Macro-Regionale Alpina che si svolgerà a Milano...

leggi

Il problema della definizione delle zone montane nel diritto: riflessioni a partire da uno studio sull’imprenditoria giovanile in montagna. 

L’indagine che affronta la tematica della definizione delle zone montane nel diritto condotta dal Dott. Carrer - Dottore di ricerca in diritto pubblico e tributario nella dimensione europea,...

leggi

16 ottobre 2019 – Al via la rassegna racCONTA LA MONTAGNA – Il Ghiacciaio dell’Adamello: le minacce del presente e gli eventi del passato

Il primo appuntamento della rassegna letteraria racCONTA LA MONTAGNA pone al centro dell’attenzione il tema dei ghiacciai, dalle minacce presenti e future fino agli eventi tragici del passato....

leggi

Al via la terza edizione della rassegna letteraria racCONTA LA MONTAGNA

La terza edizione della rassegna letteraria ”racCONTA LA MONTAGNA” si avvierà il 16 ottobre 2019, dopo l’incontro introduttivo tenutosi l’8 agosto a Vezza d’Oglio. Un ciclo...

leggi
Segnala

SEGNALA!ci

HAI UN CORSO O UN PROGETTO DA SEGNALARE AL PORTALE?
Compila il form a tua disposizione per entrare a far parte del network Unimont!

Contribute! >

catlist_istituzionaliIl marchio Unimont contraddistingue tutte le attività didattiche e di ricerca sviluppate e/o approvate dall’Università della Montagna, che mirano allo sviluppo e alla valorizzazione dei territori montani, in un’ottica di sostenibilità e salvaguardia ambientale, sociale e economica.

Cerca nel sito

Utilizza questo strumento per cercare all'interno di tutti i contenuti del portale. Per una ricerca più specifica visita le sezioni Didattica, Ricerca e Servizi.

Note Legali

Credits

Il portale di UNIMONT è sviluppato su piattaforma WordPress.

Grafica e programmazione sono a cura di Paper Plane Factory.

Ricerca additiva: Mavida snc