CONTATTI:

Tel. 0250330500
Email corso.edolo@unimi.it

Progetto promosso da:

MIUR Ministero dell'Istruzione, dell'Iniversità e della Ricerca

 

Università degli Studi di Milano
Area Network

Palinsesto antenne

Antenne attive
  • Comando del Corpo forestale Regione Sicilia – Servizio 5 Interventi e opere pubbliche Tutela ed Economia montana

    Via Ugo la Malfa, 87/89, 90146 Palermo, PA, Italia

  • Università del Piemonte Orientale

    Via Duomo, 6, 13100 Vercelli, VC, Italia

  • Camera di Commercio di Lecco

    Viale Tonale, 28/30, Lecco, 23900 LC, Italia

Vedi antenne

Visite aziendali presso “agricoltori custodi” in Valchiavenna (Provincia di Sondrio)

Data
17/10/2018
Orario
7:00
Dove
Valchiavenna (SO)
Relatore
Vari
Lingua
Italiano
Link iscrizione
Descrizione

Visite aziendali presso “agricoltori custodi” in Valchiavenna(Provincia di Sondrio)

MERCOLEDÌ 17 OTTOBRE 2018

 

Per informazioni:
Dott.sa Silvia Bodino – Dipartimento di Scienze della Terra e dell’Ambiente (DSTA) – Università degli Studi di Pavia -bodino.silvia@gmail.com – 0382 984883

PROGRAMMA DELLA GIORNATA
Ore 7.00 – partenza con pullman da stazione ferroviaria di Pavia
Ore 8.30 – partenza con pullman da stazione Milano Centrale
Ore 10.00 – partenza con pullman da stazione ferroviaria di Lecco
Ore 11.30 – visita a Prata Camportaccio (SO) presso Agriturismo “La Campagnola” di Masolini Giorgio che coltiva varietà di Mais locale tradizionale

Interventi:

  • Consorzio Forestale di Prata Camportaccio che illustrerà le varietà locali di castagne;
  • Cooperativa agricola sociale “La Quercia”;
  • Comunità Montana della Valchiavenna che illustrerà il progetto Aree Interne;
  • Associazione della patata di Starleggia;
  • Birrificio Birra Salvadega Srl di Sondrio, per illustrare la produzione di birra con mais locale tradizionale;
  • Lega Ambiente di Chiavenna;
  • Saranno illustrate anche la patata di Campodolcino PAT, il fagiolo di Spagna e il fagiolo borlotto della Valchiavenna, il mais rostrato di Chiavenna ed altri mais tradizionali locali.

Ore 13.00 – pranzo presso l’Agriturismo con menù a prezzo fisso (20,00 €) o pranzo al sacco (autoorganizzato)
Ore 14.30 – visita ai castagneti in quota e al laboratorio di trasformazione del Consorzio Forestale di Prata Camportaccio (filiera della castagne)
Ore 16.00 – partenza da Prata Camportaccio per rientro
Ore 17.30 – prima fermata alla stazione ferroviaria di Lecco
Ore 18.30 – seconda fermata alla stazione Centrale di Milano
Ore 19.30 – rientro con ultimi passeggeri alla stazione ferroviaria di Pavia

 

40 posti disponibili

Per partecipare compilare la richiesta QUI

 

Locandina

Opus – Pietro Trabucchi

Data
17/10/2018
Orario
17.00 - 18.30
Dove
Aula Magna, Università della Montagna — Virtual Room
Relatore
Pietro Trabucchi
Lingua
italiano
Link iscrizione
Descrizione

L’EDIZIONE ’18-’19 DI RACCONTA LA MONTAGNA VERRÀ INAUGURATA
DAL PROFESSOR STEFANO BRUNO GALLI,

ASSESSORE ALL’AUTONOMIA E CULTURA DI REGIONE LOMBARDIA

 

DESCRIZIONE LIBRO

«Opus» è un ideale di perfezione, il capolavoro dell’artista, la prestazione perfetta dell’atleta, la vetta dell’alpinista, l’eccellenza assoluta o relativa a cui a volte consacriamo le nostre energie.

«Opus» è la meta il cui compimento richiede dedizione totale, un impegno assoluto, una determinazione incondizionata. Simili realizzazioni richiedono una tale passione che non può essere generata dall’esterno. Occorre quella che gli psicologi chiamano «motivazione intrinseca», ma che comunemente denominiamo automotivazione: la forma più potente di motivazione a cui la specie umana abbia accesso. Ma come si fa ad attivare l’automotivazione? Si può allenare? Come la si promuove negli altri? E perché è così difficile generare automotivazione nella nostra epoca? E perché ne abbiamo disperatamente bisogno in una società dove l’individuo sempre più solo è obbligato a contare solo su di essa? In «Opus» Pietro Trabucchi risponde a queste domande mettendo i lettori in condizione non solo di comprendere la forza dell’automotivazione, ma anche di attivarla e di allenarla autonomamente.

 

L’AUTORE: Pietro Trabucchi

Pietro Trabucchi, si occupa da oltre due decenni di motivazione, gestione dello stress e resilienza, in particolare applicata alla psicologia dello sport. Insegna presso l’Università di Verona. È stato Psicologo di varie Squadre Olimpiche tra cui quella di Sci di Fondo e di Triathlon. Attualmente lavora con le Squadre Nazionali di Ultramaratona e con la Squadra Olimpica di Canottaggio. Si è occupato della preparazione dei membri di spedizioni alpinistiche finalizzate a stabilire record di ascensione in tutto il mondo. Nel 2005 ha raggiunto la cima dell’Everest nell’ambito della spedizione “Everest Vitesse”. E’ autore di diversi lavori scientifici e di alcuni libri sul tema della resilienza e dell’allenamento mentale. Appassionato di sport di endurance è stato 4 volte finisher del Tor des Geants. Nel 2016 è stato il responsabile della spedizione “Alaska Stress challenge” che ha scalato il Denali con finalità di ricerca scientifica.

 

Casa Editrice

Cordaccio Editore

Locandina

 

INAUGURAZIONE Amministrare e Gestire la Montagna

Data
19/10/2018
Orario
17:30
Dove
Aula Magna, Università della Montagna - Virtual Room
Relatore
Vari
Lingua
italiano
Link iscrizione
Descrizione
SALUTO SEN. AVV. ERIKA STEFANI, MINISTRO PER GLI AFFARI REGIONALI E LE AUTONOMIE(*)
SALUTO DELLE ISTITUZIONI TERRITORIALI (**)
  • Luca Masneri, Sindaco del Comune di Edolo e Presidente dell’Unione Alpi Orobie Bresciane(**)
  • Oliviero Valzelli, Presidente del B.I.M. e della Comunità Montana di Valle Camonica
  • Pier Luigi Mottinelli, Presidente della Provincia di Brescia(**)
INTERVENTI
  • Osvaldo Failla, Direttore del Dipartimento di Scienze Agrarie e Ambientali DISAA – Università degli Studi di Milano
  • Massimo Sertori, Assessore agli Enti locali, Montagna e piccoli comuni di Regione Lombardia (*)
  • Pier Attilio Superti, Direttore dell’Area di funzione specialistica Programmazione e Relazioni Esterne e Vicario del Segretario Generale di Regione Lombardia
  • Alessandro Nardo, D.G. Enti locali, montagna e piccoli comuni – Dirigente U.O.Risorse energetiche e rapporti con le Province Autonome – Regione Lombardia
  • Tiziano Maffezzini, Presidente UNCEM Lombardia
  • Alberto Mazzoleni, Presidente Coordinamento Comunità montane lombarde
  • Massimo Castelli, Coordinatore Nazionale ANCI Piccoli Comuni
  • Carlo Personeni, Presidente FEDERBIM

Modera: Anna Giorgi, Coordinatrice del Centro di Ricerca Ge.S.Di.Mont. – UNIMONT Università degli Studi di Milano

 

APERTURA DEL CORSO

Maurizio Tira, Magnifico Rettore Università degli Studi di Brescia: “Il governo del territorio in ambito montano”

 

(*)Video collegamento

(**) Sono stati invitati a portare il saluto i rappresentanti delle istituzioni territoriali che supportano il Polo di Edolo

CALENDARIO INCONTRI

Le aziende agricole multifunzionali di montagna e le buone pratiche che devono adottare per essere competitive sul mercato

Data
25/10/2018
Orario
15:30
Dove
Aula Magna, Università della Montagna - Via Morino 8, Edolo (BS)
Relatore
Dario Bonfanti, Luca Giupponi
Lingua
Italiano
Link iscrizione
Descrizione

Durante il seminario verranno presentate le problematiche e le potenzialità che hanno le aziende agricole che operano nei territori montani lombardi. In particolare si tratterà dell’importanza della multifunzionalità e dell’impiego di tecniche innovative per incrementare il reddito aziendale ed essere competitivi sul mercato. Durante il seminario verranno descritte alcune attività che rendono multifunzionali le aziende agricole. In particolare si tratterà della coltivazione di prodotti locali tradizionali e/o innovativi (cereali, piccoli frutti, ortaggi, lumache) e dell’attività di agriturismo e fattoria didattica. Tali aspetti verranno affrontati presentando un caso concreto di azienda agricola e agrituristica innovativa ubicata in Valle Camonica, dunque analizzando l’importanza delle varie attività per il sostegno di un’azienda agricola che opera in montagna. Il seminario è libero e rivolto principalmente ad agricoltori che coltivano cultivar locali tradizionali, operatori di fattoria didattica e a coloro che operano nel settore agrituristico nei territori montani lombardi, nonché a tutti gli interessati alla tematica.

 

Locandina

Alfabeto Verticale – Franco Brevini

Data
14/11/2018
Orario
17.00 - 18.30
Dove
Aula Magna, Università della Montagna — Virtual Room
Relatore
Franco Brevini
Lingua
italiano
Link iscrizione
Descrizione

DESCRIZIONE LIBRO

«il respiro affannoso dei quattromila accompagna l’arrivo su una cresta orizzontale e affilata, su cui ci bilanciamo come goffi acrobati. Eccola qui la vetta del Cervino, una lama di ottanta metri, sospesa sopra un vuoto da capogiro»

Da oltre due secoli l’alpinismo è una passione, uno svago, uno sport, che conquista sempre più adepti. Cosa spinge tanti di noi ad affrontare rischi, disagi e fatiche per salire le montagne? Il libro racconta l’esperienza dell’alpinismo attraverso le dieci «voci» che a giudizio dell’autore, studioso, scrittore e giornalista, ne costituiscono l’essenza: un racconto coinvolgente, fatto a un tempo di ricordi personali, di riflessione, di storia. Altezza, Bufera, Immensità, Rischio restituiscono la dimensione dei grandi spazi verticali; Arrampicata, Ghiaccio, Scialpinismo sono le principali attività che si praticano in montagna; infine Dolomiti, Gran Paradiso e Tunu(Groenlandia), tre luoghi simbolo, che hanno particolarmente segnato l’esperienza alpinistica, non solo dell’autore.

 

L’AUTORE: Franco Brevini

Franco Brevini è professore di Letteratura italiana nell’Università di Bergamo e collabora al «Corriere della Sera». Tra i suoi libri: «Un cerino nel buio» (2008) e «L’invenzione della natura selvaggia» (2013) con Bollati Boringhieri, «La letteratura degli italiani» (2010) con Feltrinelli, «Le parole perdute» (1990) con Einaudi, e il Meridiano Mondadori in tre volumi «La poesia in dialetto» (1999). Alpinista e viaggiatore, ha al suo attivo diversi volumi in tema, tra cui «Ghiacci» (2002) e «Rocce» (2004) con Mondadori e «La sfinge dei ghiacci» (2009) con Hoepli.

 

Casa Editrice

Il Mulino

 Locandina

Plant Revolution – Stefano Mancuso

Data
19/12/2018
Orario
17.00 - 18.30
Dove
Aula Magna, Università della Montagna — Virtual Room
Relatore
Stefano Mancuso
Lingua
italiano
Link iscrizione
Descrizione

DESCRIZIONE LIBRO

Un libro che esplora il mondo vegetale per immaginare il futuro dell’umanità. “Plant Revolution. Le piante hanno già inventato il nostro futuro” è il saggio di Stefano Mancuso, scienziato di fama mondiale che ci spiega come per migliorare la nostra vita non possiamo fare a meno di ispirarci alle piante. Perché le piante sono organismi sociali sofisticati ed evoluti che offrono la soluzione a molti problemi tecnologici, e sono anche molto più resistenti degli animali. Le piante hanno straordinarie capacità di adattamento, possono vivere in ambienti estremi, si mimetizzano per sfuggire ai predatori, si muovono senza consumare energia, producono molecole chimiche con cui manipolare il comportamento degli animali (e degli umani). Vere e proprie reti viventi, le piante sono organismi costruiti su un modello totalmente diverso dal nostro. “Verde brillante” ha segnato una svolta nel nostro modo di guardare alle piante, “Plant Revolution” illustra come nel mondo vegetale ci siano già le soluzioni tecnologiche di cui non potremo fare a meno nel nostro futuro.

 

L’AUTORE: Stefano Mancuso

Stefano Mancuso, Scienziato di prestigio mondiale, professore all’Università di Firenze, dirige il Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale (LINV). Membro fondatore dell’International Society for Plant Signaling & Behavior, ha insegnato in università giapponesi, svedesi e francesi ed è accademico ordinario dell’Accademia dei Georgofili. Con la sua start-up universitaria PNAT ha brevettato “Jellyfish Barge”, il modulo galleggiante per coltivare ortaggi e fiori completamente autonomo dal punto di vista di suolo, acqua ed energia, che si è aggiudicato l’International Award per le idee innovative e le tecnologie per l’agribusiness dell’United Nations Industrial Development Organization (UNIDO). È autore di volumi scientifici e di centinaia di pubblicazioni su riviste internazionali.

 

Casa Editrice

Giunti Editore

Locandina

 

La manutenzione dei sensi – Franco Faggiani

Data
20/02/2019
Orario
17.00 - 18.30
Dove
Aula Magna, Università della Montagna — Virtual Room
Relatore
Franco Faggiani
Lingua
italiano
Link iscrizione
Descrizione

DESCRIZIONE LIBRO

A un incrocio tra casualità e destino si incontrano Leonardo Guerrieri, vedovo cinquantenne, un passato brillante e un futuro alla deriva, e Martino Rochard, un ragazzino taciturno che affronta in solitudine le proprie instabilità. Leonardo e Martino hanno origini ed età diverse, ma lo stesso carattere appartato. Il ragazzo, in affido temporaneo, non chiede, non pretende, non racconta: se ne sta per i fatti suoi e non disturba mai. Alle medie, però, a Martino, ormai adolescente, viene diagnosticata la sindrome di Asperger. Per allontanarsi dalle sabbie mobili dell’apatia che sta per risucchiare entrambi, Guerrieri decide di lasciare Milano e traslocare in una grande casa, lontana e isolata, in mezzo ai boschi e ai prati d’alta quota, nelle Alpi piemontesi. Sarà proprio nel silenzio della montagna, osservando le nuvole in cielo e portando al pascolo gli animali, che il ragazzo troverà se stesso e il padre una nuova serenità. A contatto con le cose semplici e le persone genuine, anche grazie all’amicizia con il burbero Augusto, un anziano montanaro di antica saggezza, padre e figlio si riscopriranno più vivi, coltivando con forza le rispettive passioni e inclinazioni. Una storia positiva è al centro di questo romanzo che trabocca di umanità e sensibilità autentiche e che contiene una riflessione sul labile confine che divide la normalità dalla diversità.

 

L’AUTORE: Franco Faggiani

Franco Faggiani vive a Milano e fa il giornalista. Ha lavorato come reporter nelle aree più “calde” del mondo; si è occupato di economia, ambiente, cronaca, sport e, negli ultimi anni, di enogastronomia. Ha scritto manuali sportivi, guide, biografie, saggi e testi di libri fotografici. Da sempre alterna alla scrittura lunghe e solitarie esplorazioni in montagna.

 

Casa Editrice

Fazi Editore

 —

Locandina

La via incantata. Nella natura, dove si basta a sé stessi – Ferrari Marco Albino

Data
20/03/2019
Orario
17.00 - 18.30
Dove
Aula Magna, Università della Montagna — Virtual Room
Relatore
Marco Albino Ferrari
Lingua
italiano
Link iscrizione
Descrizione

DESCRIZIONE LIBRO

Perché fuggiamo dalla civiltà per scegliere la solitudine, la semplicità di una vita nei boschi o fra le montagne? È a questa domanda che vuole dare risposta Marco Albino Ferrari mettendosi in ascolto del suo desiderio per i grandi spazi naturali, per un silenzio lontanissimo dal nostro tempo. L’avventura che vive e racconta in queste pagine cariche di emozione si svolge a pochi passi dalle nostre città, in Val Grande, fra Piemonte e lago Maggiore, luogo insidioso, ostile, popolato dai fantasmi di una società pastorale svanita fra rocce e tronchi. Sul Sentiero Bove – prima alta via storica d’Italia dedicata all’esploratore Giacomo Bove -, l’autore muove i suoi passi e la sua narrazione: un’escursione impegnativa e ormai quasi dimenticata in un teatro della «potenza della natura che si riprende ogni cosa». Come Bove durante le sue esplorazioni, bloccato nello stesso biancore artico che aveva ossessionato Edgar Allan Poe, Ferrari nella natura selvaggia cerca l’ignoto, la paura di smarrirsi e la nostalgia di quel timore una volta recuperata la sicurezza. E ricostruendo la vicenda di Bove (morto suicida a 35 anni) l’autore incrocia figure inattese: Emilio Salgari, il comandante Nordenskiöld, Edmondo De Amicis, il naturalista Mario Pavan. Storie di isolamento, di una prigionia degli elementi che fanno riscoprire una libertà più profonda, perché «sulla via incantata si basta a sé stessi».

 

L’AUTORE: Marco Albino Ferrari

Marco Albino Ferrari, scrittore e giornalista, è ideatore e direttore di Meridiani Montagne. E’ il punto di riferimento italiano per la divulgazione della cultura delle terre alte. Ha scritto numerosi libri tra cui ricordiamo: Il vuoto alle spalle, Alpi segrete, La via del lupo, Montecristo, La via incantata. Ha vinto i premi Gambrinus, Majella, Cortina, Giornalista dell’anno ANA, Pelmo d’Oro.

 

Casa Editrice

Ponte Alle Grazie

 —

Locandina

Verso un nuovo mattino: La montagna e il tramonto dell’utopia Libro – Enrico Camanni

Data
17/04/2019
Orario
17.00 - 18.30
Dove
Aula Magna, Università della Montagna — Virtual Room
Relatore
Enrico Camanni
Lingua
italiano
Link iscrizione
Descrizione

DESCRIZIONE LIBRO

Nei primi anni Settanta, tra Torino e il Gran Paradiso, le montagne cominciano a popolarsi di personaggi strani, lontani anni luce dalle figure tradizionali dell’alpinismo classico. Questi nuovi arrampicatori disprezzano il mito eroico dello scalatore duro e puro, il rito della vetta a ogni costo, della ‘lotta con l’Alpe’. Nel piccolo mondo dell’alpinismo è una frattura epocale che porta alla nascita di un vero e proprio un movimento ribelle, il Nuovo Mattino, che deriva dal 1968 i riferimenti culturali. Lo guida il torinese Gian Piero Motti, giovane colto e geniale, ottimo scalatore e autore di articoli forti. I contestatori cercano in parete il loro altrove, una verità complementare ma non conflittuale con l’esperienza urbana. Rifiutano i pantaloni alla zuava e li sostituiscono con jeans e maglietta. Aprono vie dai nomi simbolici: Itaca nel sole, Lungo cammino dei Comanches, La via della Rivoluzione. Ispirati dal mito dell’arrampicata californiana, trovano splendide pareti di gneiss a pochi minuti dalla strada della Valle dell’Orco e volando di fantasia le chiamano Caporal e Sergent, in risposta al leggendario Capitan della Yosemite Valley. Ma tra gli anni Settanta e Ottanta del Novecento gli eventi mettono brutalmente fine al rinascimento della scalata italiana. Era inevitabile? Perché è successo? Le storie di questo libro raccontano il passaggio dall’utopia del Nuovo Mattino alla materialità delle prestazioni sportive, dall’incertezza del sogno alle sirene del mercato. Disegnano la metafora della società italiana e di quello che siamo oggi.

 

L’AUTORE: Enrico Camanni

Enrico Camanni, alpinista e giornalista torinese, ha fondato e diretto il mensile “Alp” e la rivista internazionale “L’Alpe”. Oggi collabora con “La Stampa”. È vicepresidente dell’associazione “Dislivelli”.

 

Casa Editrice

La Terza

Locandina

Appennino atto d’amore. La montagna a cui tutti apparteniamo – Paolo Piacentini

Data
15/05/2019
Orario
17.00 - 18.30
Dove
Aula Magna, Università della Montagna — Virtual Room
Relatore
Paolo Piacentini
Lingua
italiano
Link iscrizione
Descrizione

DESCRIZIONE LIBRO

“Se qualcuno, in questo momento storico, mi dovesse chiedere a quale partito o area politica appartengo, gli risponderei che appartengo all’Appennino.”

Una fuga temporanea per uscire dalla routine stanca e inconsapevole e attingere all’energia vitale del cammino. Oltre il velo che offusca i propri desideri, alla ricerca del senso profondo dell’esistere: l’amicizia, l’amore per la montagna, i suoi paesaggi, la sua gente, i luoghi che si spopolano e i giovani che ritornano.

Un’avvincente traversata lungo la spina dorsale dell’Italia, da Nord a Sud, nello splendore delle terre alte.

 

L’AUTORE: Paolo Piacentini

Paolo Piacentini è uno dei maggiori esperti di “Cammini” in Italia. È fondatore e presidente di Federtrek, ente di promozione sociale attivo in tutta Italia. Con il ministero dei Beni culturali e del turismo è stato protagonista dell’Anno dei cammini (2016).

 

Casa Editrice

Terre di Mezzo

Locandina

news

19 ottobre: al via il CICLO SEMINARI “Amministrare e gestire la Montagna”

L’Università della Montagna (UNIMONT) – Università degli Studi di Milano organizza un ciclo di seminari dedicato ad ”Amministrare e Gestire la Montagna”, che verrrà inaugurato venerdì 19 ottobre...

leggi

È iniziata la missione FUTURA ITALIA – UNIMONT a Kathmandu in Nepal

Venerdì 5 ottobre 2018, il Dott. Luca Giupponi e il Prof. Roberto Pilu dell’Università della Montagna (UNIMONT) – Università degli Studi di Milano, tre studenti di...

leggi

Al via la seconda edizione della rassegna letteraria “racCONTA LA MONTAGNA” di UNIMONT

L’edizione ’18-’19 di racCONTA LA MONTAGNA verrà inaugurata il 17 ottobre alle 17.00 dal Professor Stefano Bruno Galli, Assessore all’Autonomia e Cultura di Regione Lombardia Otto...

leggi

Grande successo alla MEETmeTONIGHT di UNIMONT: l’agrobiodiversità al centro dell’attenzione di ricercatori, operatori di settore ed istituzioni

Venerdì 28 settembre, in occasione della “MEETmeTONIGHT 2018” – Notte Europea dei Ricercatori, iniziativa promossa dalla Commissione Europea, si è svolta un’audizione pubblica tenuta dai ricercatori UNIMONT insieme...

leggi

UNIMONT A ESSENZIALI A MILANO: “Qualità ed efficacia: il futuro degli oli essenziali”

Il 4 e il 5 ottobre, presso l’Università degli Studi di Milano-Bicocca, si terrà “Essenziali a Milano”, due giornate di studio e di aggiornamento professionale dedicate al futuro...

leggi
Segnala

SEGNALA!ci

HAI UN CORSO O UN PROGETTO DA SEGNALARE AL PORTALE?
Compila il form a tua disposizione per entrare a far parte del network Unimont!

Contribute! >

catlist_istituzionaliIl marchio Unimont contraddistingue tutte le attività didattiche e di ricerca sviluppate e/o approvate dall’Università della Montagna, che mirano allo sviluppo e alla valorizzazione dei territori montani, in un’ottica di sostenibilità e salvaguardia ambientale, sociale e economica.

Cerca nel sito

Utilizza questo strumento per cercare all'interno di tutti i contenuti del portale. Per una ricerca più specifica visita le sezioni Didattica, Ricerca e Servizi.

Note Legali

Credits

Il portale di UNIMONT è sviluppato su piattaforma WordPress.

Grafica e programmazione sono a cura di Paper Plane Factory.

Ricerca additiva: Mavida snc